PARROCCHIA

MARIA REGINA DELLA PACE

DIOCESI DI FRASCATI

Tor Vergata - Roma

Home Page

Momenti di
Vita Parrocchiale

Galleria

Oratorio

Storia

Web TV

PENSIERO ATTUALE DEL VANGELO DELLA DOMENICA

III DOMENICA QUARESIMA 8 MARZO 2015

GESU' SCACCIA I MERCANTI DAL TEMPIO

Una visita sul sito del Tempio nella Gerusalemme attuale dà un’idea della sacralità del luogo agli occhi del popolo ebreo. Ciò doveva essere ancora più sensibile quando il tempio era ancora intatto e vi si recavano, per le grandi feste, gli Ebrei della Palestina e del mondo intero.
L’uso delle offerte al tempio dava la garanzia che la gente acquistasse solo quanto era permesso dalla legge. L’incidente riferito nel Vangelo di oggi dà l’impressione che all’interno del tempio stesso si potevano acquistare le offerte e anche altre cose.
Come il salmista, Cristo è divorato dallo “zelo per la casa di Dio” (Sal 068,10). Quando gli Ebrei chiedono a Gesù in nome di quale autorità abbia agito, egli fa allusione alla risurrezione. All’epoca ciò dovette sembrare quasi blasfemo. Si trova in seguito questo commento: “Molti credettero nel suo nome. Gesù però non si confidava con loro, perché conosceva tutti”. Noi dobbiamo sempre provare il bisogno di fare penitenza, di conoscerci come Dio ci conosce.
Il messaggio che la Chiesa ha predicato fin dall’inizio è quello di Gesù Cristo crocifisso e risorto. Tutte le funzioni della Quaresima tendono alla celebrazione del mistero pasquale. Che visione straordinaria dell’umanità vi si trova! Dio ha mandato suo Figlio perché il mondo fosse riconciliato con lui, per farci rinascere ad una nuova vita in lui. Eppure, a volte, noi accogliamo tutto ciò con eccessiva disinvoltura. Proprio come per i mercati del tempio, a volte la religione ha per noi un valore che ha poco a vedere con la gloria di Dio o la santità alla quale siamo chiamati.

Dal Vangelo secondo Giovanni 2,13-25.

Si avvicinava la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe e, là seduti, i cambiamonete. Allora fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori del tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: «Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!». I suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: «Lo zelo per la tua casa mi divorerà».
Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: «Quale segno ci mostri per fare queste cose?». Rispose loro Gesù: «Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere». Gli dissero allora i Giudei: «Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?». Ma egli parlava del tempio del suo corpo.
Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù.
Mentre era a Gerusalemme per la Pasqua, durante la festa, molti, vedendo i segni che egli compiva, credettero nel suo nome. Ma lui, Gesù, non si fidava di loro, perché conosceva tutti e non aveva bisogno che alcuno desse testimonianza sull’uomo. Egli infatti conosceva quello che c’è nell’uomo.

Parola del Signore

 

 

 

CATECHESI FATTA DAI RAGAZZI

IL GRUPPO DI CATECHISMO "LEONE di GIUDA" HA PRESENTATO IL SUO CARTELLONE DAL TITOLO:

"UNITI SIAMO IL TEMPIO DI GESU'"

DOVE HANNO ESPRESSO I LORO PENSIERI COSA SIGNICA ESSERE TEMPIO DI GESU':

 

ALL'OFFERTORIO IL GRUPPO DI CATECHISMO "ELIA' " HA PRESENTATO COME SIMBOLO UN'IMMAGINE DEL MONTE TABOR, PER ESPRIMERE IL BISOGNO DI ISOLARSI ED ELEVARSI PER SENTIRE DIO.

COMMENTI DELLE DOMENICHE TRASCORSE

 

Santa Messa ogni giorno alle 18 (est. 19.00)

festivi ore 10.00 11.30 18.00 (19.00)

Ogni giorno dalle ore 17.00 alle 19.00 c sempre un sacerdote

per la Confessione e la Direzione Spirituale.

Altri momenti basta chiedere.

Parrocchia Maria Regina della Pace

Diocesi di Frascati

Via di Tor Vergata 309, Roma

p.mariareginadellapace@gmail.com

Spirito Santo Vieni